08 maggio 2012

IL RISPARMIO PER LA LAVATRICE SI CHIAMA ACETO

Questa è la storia di come ho cominciato ad usare l'aceto in lavatrice, al posto del comune ammorbidente, che oltre ad essere molto inquinante, è spesso causa di reazioni allergiche sulla pelle.

Tutto ebbe inizio con un "sentito dire". L'aceto al posto dell'ammorbidente: Wow, se fosse stato vero avrebbe cambiato uno stile di vita ormai radicato. Una mattina mi decido e ne parlo con mia madre, per vedere cosa ne pensa lei e se è disposta a fare un esperimento all'aceto di vino.

La mia saggia mamma, e qui viene il bello, non solo non resta sorpresa per la proposta, ma addirittura mi confessa che molti anni prima aveva preso l'abitudine di mettere l'aceto al posto dell'ammorbidente e che poi con il tempo se n'era però dimenticata.

Subito dopo mi spara un'altra bomba: Si è finalmente decisa a utilizzare  il detersivo in polvere perché a sentir dire in giro, la resa è migliore. Ed io lo so bene, che sul perché scegliere il detersivo in polvere ci ho pure scritto un articolo.

E così, dopo questo scambio di reminiscenze e confessioni, lascio mia madre alla lavatrice, e come una stordita mi dimentico di sostituire l'ammorbidente con l'aceto. Quindi, tutto sto parlottare per nulla. Me ne ricordo soltanto quando sento la lavatrice sussultare verso la fine dell'ultima centrifugata. Pazienza, penso, sarà per la prossima volta. 

Alcuni minuti più tardi...

vedo una montagna di bucato tra le braccia di una minuscola mamma affaccendata che mi passa accanto. Il profumo che si porta dietro è molto buono, anzi, freschissimo, e mi porta alla mente i prati, l'aria pulita e un cielo terso e primaverile.

Allora la blocco e le dico che se la volta dopo proveremo l'aceto, spero che almeno il profumo non ne risenta troppo. Si sa che l'aceto non ha un odore molto gradevole, e il pensiero di ritrovarmelo sui capi o sulle lenzuola mi darebbe sicuramente fastidio.

Ed è allora che mia madre riesce davvero a sorprendermi. Con un sorriso del tipo, tu non sai cosa sto per dirti, mi rivela che quella montagna di biancheria che tanto profuma, me l'ha appena lavata con l'aceto. 
E lì ve lo devo dire,  mi sono sciolta per la felicità. Ma allora è vero, anzi, ancora meglio.
Mi sono messa a gridare proprio come nel film Frankenstein Junior, ve lo ricordate?


Le lenzuola, le federe, tutto il bucato era profumato come sempre, morbido al tatto, pulitissimo. E brava la mamma, e bravo soprattutto l'aceto.
Ma ci rendiamo conto dei vantaggi incredibili del sostituire l'ammorbidente con l'aceto?
(Se ne dimentico qualcuno dovete assolutamente farmelo notare.)
  • non inquina
  • toglie il calcare automaticamente dalle tubature
  • lascia la biancheria morbida
  • non altera il profumo, non lascia odori
  • disinfetta ed elimina i residui di detersivo
  • si risparmia sui costi dell'ammorbidente

P.s: Per le quantità, ne basta mezzo bicchiere a lavaggio.

Sono proprio contenta di questa scoperta. Ma voi lo sapevate già, vero?

21 commenti :

  1. ahah..aspetto che il cesto dei panni sia pieno e provo!

    RispondiElimina
  2. Brava Patty!!! Attendo di sentire il tuo urlo di gioia allora! :D
    Anche la mia coinquilina, qualche giorno fa ha provato questo sistema, e adesso in cucina è comparso un bottiglione di aceto. Guarda un po'!;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace che delle semplici persone sono più attente di quelle che hanno studiato x anni.....a farci inquinare questa nostra meravigliosa terra...ben venga la voglia di ritornare alle origini vere e pure...
      grazie

      Elimina
    2. Grazie a te per essere passato nella cucina Verde, e per il tuo messaggio. E' così alla fine, dobbiamo essere noi, nel nostro piccolo, a modificare le abitudini quotidiane. Tutti siamo chiamati a farlo, e nessuno dovrebbe dire mai la terribile frase: "Ma tanto a cosa serve..." o l'altra altrettanto demoralizzante: "Fanno tutti così quindi..." per non parlare di questa: "Cosa cambia se lo faccio io visto che non lo fa nessun altro..".
      Io ho sempre avuto questo ottimismo o entusiasmo, non lo so, e poi sto proprio bene io per prima quando faccio un gesto buono per l'ambiente, o condivido una scoperta come questa dell'aceto. E sono sicura che il mondo diventa già migliore. E' una delle poche certezze che ho e vedo che può fare solo bene.

      Buona giornata e grazie ancora! :)

      Elimina
  3. Interessante che si possa usare l'aceto per la lavatrice, grazie 1000, proverò!
    Io già lo uso per i pavimenti, perché sgrassa benissimo ed anche per pulire i vetri e la cucina in acciaio. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accorso con te, l'aceto è incredibile, peccato solo che abbia un odore così forte, però devo dire che diluito poi sparisce in fretta. E comunque pulisce come dici tu, tutte le superfici in modo naturale! E che risparmio in tutti i sensi! :)

      Elimina
  4. lo provero' grazie di aver condiviso questa "chicca"
    titta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao titta, mi fa piacere e spero ti troverai bene cob l'aceto! :)
      Un saluto.

      Elimina
  5. Una domanda sorge spontanea: tu quindi usi l'aceto sia per sostituire l'ammorbidente che per sostituire il prodotto contro il calcare? Intanto grossi complimenti per il tuo blog, estremamente completo, e la cura con cui rispondi, in quanto esperto di informatica e di web devo dire che mi chiedo come tu possa trovare il tempo di fare tutto coi che descrivi, descriverlo e rispondere a tutte le domande con la rapidità e la puntualità con cui lo fai... Ma sei donna , ed è risaputa la capacità femminile di fare più cose contemporaneamente.. Come uomo mi viene in mente questa immagine surreale di te che con una mano versi ingredienti nella mdp mentre con l'altra digiti la risposta a una domanda sul blog, in spaccata su uno sgabello perché col piede destro stai rimestando qualcosa sul fornello mentre col sinistro reggi il cellulare con cui stai parlando con un amica, ma perdonami, parte della mia formazione culturale e' fatta delle tonnellate di fumetti (tipo Pazienza, Bonvi, Silver e Jacovitti, solo per fare qualche esempio, ma ho una cultura notevole in materia) quindi puoi capirmi. Se ti può interessare posso ricambiare i consigli che sicuramente ti chiederò con consigli nel mio settore, dato che mi occupo proprio di SEO e traffico sui siti e sui blog, se non hai già qualcuno che ti consiglia per il meglio, ciao, Umberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Umberto, grazie per i complimenti, e molto simpatico il quadretto che hai descritto, divertentissima la scena della mdp e del portatile con la sottoscritta nel mezzo in equilibro... in effetti a volte capita, ma in genere qui è tutto molto tranquillo :)

      Veniamo alla domanda sull'aceto: Ebbene sì, va a sostituire completamente l'ammorbidente, e come anti-calcare è una bomba. E' ormai consolidato che questo prodotto naturale si presta ottimamente per le pulizie di casa, anche per i pavimenti come mi faceva notare una brava lettrice.
      Fammi sapere se hai altri dubbi, e comunque, quando vuoi passare, qui sei sempre il benvenuto!

      P.s: Al posto del cellulare e dell'amica, metterei la macchina fotografica e le mani sporche di farina, quella è la parte peggiore anche se mi diverto proprio tanto! :)

      Elimina
  6. Uso l'aceto in sostituzione dell'ammorbidente ormai da un po' di tempo e ho risolto, oltre al risparmio economico, anche problemi di dermatite causati proprio dai saponi commerciali e dagli ammorbidenti.
    Faccio in casa anche il sapone per la lavatrice e per i piatti, oltre la soddisfazione ti lascio immaginare il profumo e il "vero" pulito.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Ciao Silvia, da pochissimi giorni sono passata anche io all' uso dell'aceto al posto dell'ammorbidente, consigliata da mio fratello e mia cognata, soprattutto perché il tubo dell'acqua di scarico della lavatrice continuava sd otturarsi con della roba stranissima che poi ho capito trattarsi dell'ammorbidente, in quanto la stessa strana patina c'era anche nella vaschetta. Se riuscissi già solo a risolvere questo problema sarei super contenta. ... Mio fratello mi ha detto di usare la pallina con detersivo e aceto insieme direttamente nel cestello, ma è il modo giusto? È forse invece più corretto mettere il detersivo nells sua vaschetta e l'aceto in quella dell'ammorbidente? Se sì, l'aceto non rischia di finire subito nel cestello? Ti ringrazio se vorrai rispondermi e complimenti.
    Brunella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Brunella, grazie per aver scritto e per il supporto. Io fino ad oggi ho sempre messo l'aceto solo nel cestello, così, entra in azione alla fine, toglie i residui di detersivo e lascia tutta la biancheria morbida. Se vuoi provare anche con il metodo della pallina poi fammi sapere, può essere che venga benissimo anche così. Ad ogni modo, l'effetto pulitore dell'aceto dovrebbe funzionare in entrambi i modi. Intanto buona domenica e ancora grazie per la fiducia! :)

      Elimina
  8. ciao Silvia,
    sono capitata per caso in questo blog e .... credo non lo abbandonero' piu' !
    Cercavo consigli per lo yogurth fatto in casa e tu hai veramente soddisfatto ogni mia curiosità/dubbio .
    Inoltre sono contenta di condividere con te l'uso dell'aceto (bianco) al posto dell'ammorbidente. Sono ormai anni che lo adopero ed ho dovuto sostituire la lavatrice solo perchè tropppo vecchia ma ancora perfettamente funzionante.....
    Complimentissimi.. continua così ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie per il tuo supporto e i bei complimenti che mi hai fatto. Spero di rendere questo blog sempre più interessante e di trovare tante lettrici gentili come te. Un caro saluto e a presto. Per qualsiasi cosa scrivimi pure.

      Elimina
  9. Ciao Silvia,
    volevo ringraziarti profondamente perché il tuo articolo sull'aceto mi ha illuminata!!!
    Sono capitata per caso sul tuo blog per cercare informazioni su come curare le piantine di prezzemolo che sistematicamente faccio morire. Poi ho visto il collegamento sull'articolo dell'aceto e mi sono incuriosita.
    Ho sempre usato l'ammorbidente perchè odio avere i capi che subito prendono cattivo odore. Pensavo che l'ammorbidente soddisfacesse la mia richiesta ma era solo un'illusione!
    Premetto che al momento mi trovo in Germania per lavoro e qui la disponibilità di aceto è veramente scarsa. O sono aceti molto costosi oppure estremamente economici, e non è detto che siano aceti di vino.
    L'unico aceto di vino che ho trovato costava ben 39 centesimi!!! Mi son detta: "Per 39 cent posso pure provare, anche se la qualità ne risente".
    Miracolo dei miracoli il bucato (che ho appena ritirato) è profumato (forse proprio perché l'aceto era molto delicato) e pulito alla vista e al tatto!!! Saranno pure 39 cent ma se l'effetto è questo non è detto che l'economicità sia sinonimo di bassa qualità!!!
    Sono così soddisfatta che mi sento una stupida a non averlo scoperto prima!!!! Ora mi chiedo: "Cosa faccio con quel mezzo flacone di ammorbidente che non voglio più usare?!?"
    Ti ringrazio davvero, perché inconsapevolmente mi hai aperto gli occhi!!!
    GRAZIE!!!

    Lucia

    RispondiElimina
  10. Ecco qua un'info per quelli che usano l'aceto: può corrodere le parti metalliche facendo rilasciare, tra l'altro il famigerato nickel che tante dermatiti da contatto provoca...
    L'alternativa? L'acido citrico, quello che usano i vinai per il vino, infatti si trova sì in farmacia ma, più convenientemente, nei negozi di prodotti enologici e in qualche consorzio agrario.
    La fonte? Il forum di promiseland, dove il chimico Fabrizio Zago ha fatto i test...Consiglio a tutti di andare a spulciare per sfatare alcuni miti che circolano in rete...tra cui l'aceto come pulitore...
    Un abbraccio
    Susanita72

    RispondiElimina
  11. uso l'aceto da anni nella lavatrice e lavastoviglie alternata anche al bicarbonato e i mei elettrodomestici non hanno mai avuto bisogno di nessun tecnico per riparazioni.
    Grandiose idee a prezzo intelligentemente basso e non si inquina e questa è la parte piu interessante.

    RispondiElimina
  12. io lo uso con aggiunta di oli essenziali! Se lasciati nella bottiglia di aceto molti giorni, è ancora meglio! Circa un mese ottimo!

    RispondiElimina
  13. Io non lo mai usato l'aceto al posto dell ammorbidente ,vorrei provare ma ho paura che succede qualcosa alla lavatrice ..visto che a da poco che lo comperata

    RispondiElimina
  14. Io non lo mai usato l'aceto al posto dell ammorbidente ,vorrei provare ma ho paura che succede qualcosa alla lavatrice ..visto che a da poco che lo comperata

    RispondiElimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!