19 aprile 2015

COME INIZIARE A COLTIVARE UN ORTO IN VASO O IN PIENA TERRA

Come coltivare un piccolo orto domestico, idee e suggerimenti per progettare e intraprendere la coltivazione in vaso o a cielo aperto, di verdure e ortaggi
Pianificare e piantare un piccolo orto nel giardino di casa o sul balcone, di questi tempi è sicuramente una decisione molto saggia, sia dal punto di vista puramente economico che salutare.
Non solo sarà possibile risparmiare e mangiare cibo migliore, ma potremo auto-approvvigionarci senza dover dipendere da fonti esterne.

Coltivare e crescere le nostre verdure e ortaggi, come zucchine, pomodori, lattuga, cetrioli, carote, peperoni, per dirne solo alcuni, è una cosa facile e possibile anche se disponiamo di poco spazio.

Anche senza disporre di un grande cortile o giardino, con un po' di creatività e intraprendenza troveremo come allestire un piccolo orto, in posizione soleggiata, nel nostro giardino o sulla terrazza o balcone che sia. 
Hai sempre desiderato gustare un buon pomodoro maturato sulla pianta,  oppure sgranocchiare delle carote dolci e succose appena estratte dalla terra?  Con una buona pianificazione dello spazio e i contenitori giusti, potrai finalmente goderti questi piccoli piaceri.


PROGETTARE UN PICCOLO SPAZIO 

Ecco come è possibile organizzare uno spazio ridotto di meno di 2 metri quadrati, per coltivare diversi tipi di ortaggi e verdure in maniera intensiva e senza bisogno di attrezzature costose per allestirlo.

  • Un orto di queste dimensioni e così organizzato risulterà molto produttivo e semplice da gestire. 
  • Calcoliamo uno spazio di circa 2 metri quadrati per ogni membro della famiglia se vogliamo diventare completamente autosufficienti nella produzione di ortaggi e verdure.
  • Per delimitare l'area utilizziamo dei pali di legno non trattato di 6 - 7 cm di diametro.
  • Inchiodiamo o leghiamo insieme le estremità per creare un quadrato con una superficie interna di 2 metri quadri.
  • Dividiamo il quadrato in 16 aree identiche come mostrato nel disegno, usando listelli di legno o delle corde.
  • Diverse piante possono essere piantate in filari, come le carote, i ravanelli, i cipollotti. Per semplificarci le cose, dividiamo il quadrato prescelto in quadrati più piccoli e piantiamo un seme nel mezzo di ciascuno. 
  • Graticci possono essere inseriti tra le piante per aggiungere una terza dimensione al nostro orto.
  • I tralicci sono un ottimo sistema per massimizzare lo spazio. Alcune piante come il melone, l'anguria e i cetrioli tendono a ricadere sul terreno diventando molto ingombranti. Aiutandole e sorreggendole con i tralicci possiamo indirizzarle a crescere verso l'alto e risparmiare così molto spazio circostante per altre coltivazioni.
  • Anche delle gabbie possono essere utilizzate allo stesso modo per sfruttare lo spazio verticale e mantenere le colture sollevate da terra. Molte piante possono essere coltivate con successo in gabbie, tra cui pomodori, angurie, e melanzane.

Oltre alle tecniche appena viste per il risparmio di spazio, esiste un'altra risorsa: le varietà nane e a cespuglio.

Le varietà nane occupano meno spazio giardino, c'è però da dire che i raccolti sono ridotti rispetto a quelli ottenuti con le piante a grandezza normale. 

Ricordiamoci comunque che una buona pianificazione e la suddivisione geometrica dell'area di coltivazione sono alla base dell'ottimizzazione dello spazio per il nostro orto domestico. 

DISPOSIZIONE NEI QUADRATI

L'orto organizzato in quadrati da 35 cm per lato è davvero molto comodo e razionale, bisogna però fare attenzione a non ammassare troppe piantine nello stesso quadrato. 

  • Per i fagioli che sono ottimi produttori, possiamo collocare  fino a quattro piante per quadrato.
  • Broccoli, cavolini di Bruxelles, peperoni e melanzane necessitano maggior spazio: 1 pianta per quadrato.
  • Cavoli, cavolfiori e pomodori: 1 piantina per quadrato.
  • Verdure in foglia come indivia, cavolo rapa, lattuga, trevigiana, gentilina, scarola etc: quattro impianti per ogni quadrato.
Nel caso avessimo un dubbio sulle distanze da tenere tra le piantine, un aiuto può sicuramente arrivare dal personale qualificato del nostro garden center di fiducia, o, in alternativa, su internet che ormai ha tutto il sapere possibile e immaginabile.

ORTI IN VASO

Un altro ottimo modo per coltivare un piccolo orto è dentro contenitori e vasi.


  • Scegliamo sempre una posizione soleggiata per il nostro orto.
  • Utilizziamo contenitori in materiali riciclati ed ecologici, contenitori di grandi dimensioni, in argilla o ceramica, che potremo trovare online o presso qualsiasi centro di giardinaggio locale.
  • Riempiamo i contenitori con terriccio di buona qualità già arricchito con compost e fertilizzante.
  • Piantiamo i semi o trapiantiamo le piccole piantine acquistate dentro i nostri vasi seguendo le istruzioni riportate sulle confezioni circa lo spazio da garantire tra le piantine o i semi.

La coltivazione di pomodori, cetrioli, lattuga, carote, ravanelli, peperoni, melanzane, cipolle e altro è facilmente realizzabile in un orto in vaso, è sufficiente stare attenti a fornire abbondante acqua durante la stagione calda, poiché un orto in vaso si asciuga più rapidamente di un orto in terra. 

CONTENITORI PER PICCOLI ORTI
 


ORTI VERTICALI 

  • Utilizziamo gabbie o tralicci per sostenere le verdure più grandi, come pomodori, cetrioli, zucchine e peperoni.
  • Collochiamo le piantine più deboli in posizioni riparate dal vento.
  • Se abbiamo un muro come riparo possiamo creare una struttura di sostegno alla quale appendere vasi singoli con le piantine aromatiche o le ricadenti.
  • Una struttura a gabbia sarà il supporto più adatto per le piante ad alto fusto come i pomodori. Vedi come coltivare il pomodoro.

Non dobbiamo pensare che solo perché disponiamo di piccoli spazi non potremo creare un orto tutto nostro, bello e produttivo.  Orti domestici, anche di piccole dimensioni come questi, sono in grado di produrre raccolti abbondanti. E con gli orti verticali possiamo davvero spaziare, verso l'alto ;)

Sta a noi scegliere le strutture migliori e più ingegnose che andranno a contenere le nostre preziose piantine. Nei garden center o anche riciclando bottiglie e cassette, le soluzioni sono davvero tante.

Quelli appena visti, sono solo tre semplici modi per la pianificazione e la crescita di un piccolo orto domestico. Le possibilità sono davvero tante, e sicuramente, con un po' di pianificazione riuscirete a trovare quella migliore per voi,  in relazione allo spazio che avete a disposizione e al fabbisogno personale. 

Per approfondire l'argomento ci sono tanti manuali che potete reperire in libreria o anche in biblioteca.
Più avanti tratteremo anche diversi metodi di coltivazione e organizzazione dello spazio, come l'orto rialzato, la coltivazione biodinamica, la permacultura e tanto altro.

Esempio di orto in un letto rialzato

Qualunque sia la soluzione che sceglierete, sono certa che rimarrete sorpresi di quanto sia divertente e appagante progettare e coltivare un piccolo orto . 
Il giardinaggio è un grande hobby e un modo genuino per passare del tempo all'aria aperta, in famiglia e imparando insieme.

4 commenti :

  1. Che consigli utili e ben accetti! Grazie di cuore! <3 Un abbraccio e speriamo che il tempo permetta di fare presto l'orto. Un bacio!

    RispondiElimina
  2. Stavo pensando di realizzare questa soluzione in terrazzo, creando un area rettangolare di 70x140, sapreste dirmi quanto devono essere profondi questi riquadri di 35x35?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che dipende da quello che vorrai coltivare. Con 30 cm di profondità riesci a coltivare insalate, fragole, ortaggi a radice corta. In commercio vendono contenitori già predisposti con queste misure ma se hai la possibilità di costruire da te la struttura, puoi vedere se vale la pena aumentare la profondità fino a 50 cm, in questo modo avrai la possibilità di coltivare anche ortaggi di maggiori dimensioni, a radice lunga, come zucchine e pomodori. In bocca al lupo con il tuo progetto! :)

      Elimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!