05 dicembre 2011

PAN DI SPAGNA FACILE E SOFFICE


Fare un buon pan di spagna, morbido, soffice, bello alto e profumato non è una cosa difficile.
Se usate l'impastatrice (planetaria) è ancora più facile. Ma anche senza, utilizzando una frusta o uno sbattitore elettrico, avrete ottimi risultati. Basta seguire pochi passaggi e lavorare molto bene le uova, per garantire la caratteristica morbidezza del pan di spagna.
Vediamo cosa ci occorre per fare un pan di spagna di 26 cm di diametro.


INGREDIENTI

  • 200 g di farina per torte leggere o 00
  • uova- 5
  • zucchero - 180 g
  • sale - un pizzico


PROCEDIMENTO

  1. Per prima cosa rompiamo le uova in una ciotola. Le uova devono essere a temperatura ambiente. Aggiungiamo lo zucchero e il pizzico di sale.
  2. Cominciamo a montare con la frusta. Se usiamo la frusta a mano è una bella faticaccia perché ci vuole circa mezz'ora! Con le fruste elettriche o la planetaria ci vorranno più o meno venti minuti. Non esiste un tempo standard, dovremo andare ad occhio e capire quando il composto è pronto utilizzando un metodo molto semplice: Si sollevano le fruste e se il composto che è rimasto attaccato, ricadendo, forma un filamento che scrive, allora è fatta! Altrimenti, si continua ad impastare e si riprova dopo cinque minuti.
  3. Quando il composto è della giusta consistenza, possiamo procedere ad incorporare la farina versandola pian piano a pioggia con un setaccio.
  4. Mentre facciamo questo, con un cucchiaio di legno, incorporiamo via via la farina, con movimenti lenti e rotatori, dall'alto verso il basso, per non sgonfiare l'impasto.
  5. Non ci resta che versare il nostro impasto in uno stampo ben imburrato e infarinato e cuocere in forno a 150° per 50 - 60 minuti.
  6. Non appena il nostro pan di spagna è cotto, spegniamo il forno e lasciamolo dentro a riposare per cinque minuti con la porta tenuta leggermente aperta da qualcosa, come uno strofinaccio. trascorso questo tempo, sforniamo, e capovolgiamo su di una gratella.
  7. Dopo una decina di minuti togliamo lo stampo con delicatezza ma lasciamo il dolce capovolto fino a completo raffreddamento.

Et voilà, il nostro pan di spagna è pronto per essere tagliato e farcito a piacere.

Quello nella foto in alto (davvero pessima lo ammetto) è il mio primo pan di spagna, che ho poi tagliato in due per preparare la torta Saint Honorè; torta che è stata proprio una bella sfida. Ma che soddisfazioni dopo averla fatta e presentata.

Stampa o Salva in PDF

2 commenti :

  1. Ma è possibile che non ci voglia neanche un pò di lievito? Grazie

    RispondiElimina
  2. Ciao! Ti posso assicurare che è così; la torta nella foto è totalmente senza lievito.
    Anch'io, come te, avevo tanti dubbi, poi ho provato seguendo consigli trovati su libri di cucina e forum in rete. Il risultato è stato sorprendente. Basta che segui attentamente poche piccole regole come ho scritto nell'articolo. Vedrai che ti verrà un bel pan di spagna con un ottimo sapore. Il lievito infatti tende a dargli un retrogusto un po' acidulo e chimico direi! :) A presto, fammi sapere come andrà!

    RispondiElimina