01 maggio 2012

SEVERIN BM 3990 OPINIONI

La Severin con uno dei miei primi esperimenti

Oggi voglio parlarvi della mia macchina per fare il pane: La Severin BM 3990.
Dopo aver cercato tra le varie offerte presenti in rete, mi son decisa e l'ho acquistata su  Amazonad un prezzo davvero ottimo. 
Il marchio è tedesco, leader nella produzione di questo tipo di apparecchi sforna pane, e pertanto ci possiamo fidare.

I consumi della Severin sono davvero bassi: Mezzo chilowatt per un programma standard della durata di tre ore, di cui un'ora buona per la cottura.  Se pensiamo che un forno tradizionale, di chilowatt, ne consuma quattro volte tanti, allora è facile capire perché ultimamente, le mdp (macchine del pane), stiano spopolando nelle case degli italiani. 
Anche nel mio caso, il fattore risparmio energetico/economico, è stato determinante nella decisione di acquisto.
Devo confessare che ero sempre stata molto scettica. La macchina del pane, per me, significava una cosa soltanto: il Pancarré. 
Quanto mi sbagliavo. Per fortuna ho avuto la pazienza di cercare sul web. Mi sono documentata, ho letto suggerimenti, ricette, visto foto di pani ed esperimenti vari. Ho scoperto che, con alcune tecniche, come il poolish, l'infilzatura e il ribaltamento, si possono ottenere addirittura delle pagnotte  caserecce. E questo senza complicare affatto le cose. Così mi sono decisa e l'ho comprata. Mai acquisto fu più azzeccato. 
Nel giro di un paio di mesi conto di ammortizzare il costo della macchina producendo pane per me e i miei familiari, in modo continuativo. 
Per non parlare poi della possibilità di fare torte, pan-brioche, pasta per pizza e, udite udite, anche marmellate di frutta! 

Strutturalmente, la mdp è costituita da un corpo principale, un coperchio sollevabile ma non staccabile dotato di un oblo trasparente per monitorare la preparazione; un cestello estraibile di alluminio ricoperto da un rivestimento antiaderente; una pala estraibile per impastare, anch'essa antiaderente.

il cestello


la paletta impastatrice




Consiglio tecnico: Per rimuovere la paletta impastatrice senza fatica nel caso si fosse incastrata (può accadere anche oliando il perno prima dell'utilizzo), basta togliere il cestello dalla macchina, con una mano impugnare paletta impastatrice tirandola leggermente verso di voi, e con l'altra ruotare di pochi millimetri avanti e indietro, la vite esterna che si trova nel punto dove il cestello si innesta alla macchina del pane. 

L'apparecchio non ha spie luminose ma solo un monitor a cristalli liquidi. Questo riduce ulteriormente i consumi, cosa che a me piace molto. Un sistema acustico, piuttosto potente, ci avvisa quando il pane è pronto per essere sfornato. 

La macchina emette un suono anche dopo il primo impasto, per avvisarci che, se lo vogliamo, e solo in quel momento, possiamo inserire altri ingredienti quali olive, frutta secca, semini, cipolle. Potete mettere tutto quello che vi piace per aromatizzare il vostro pane.
I pulsanti sono pochi ed essenziali. Anche mia mamma, che da sempre manifesta una sorta di repulsione cerebrale nei confronti della tecnologia, davanti alla mia severin ha detto: "Ma i comandi son solo questi?"
C'è un pulsante di START per far partire il programma selezionato.
Il pulsante per selezionare il programma, uno per decidere il tipo di doratura tra leggera, media e scura; due pulsanti sono per il timer + e -, e un ultimo pulsante serve per selezionare la pezzatura del nostro pane: 750g o 900g.
La severin BM 3990 consente infatti di arrivare a produrre un pane di 900g al massimo.

Concludo elencandovi i dati tecnici di questa piccola grande aiutante in cucina,  che per me, è una continua fonte di soddisfazioni.


SEVERIN BM 3990

  • Consumo: 600W
  • Voltaggio: 230V, 50 Hz
  • Peso: 6,5 kg
  • Colore: Bianco
  • Dimensioni in cm: 41 x 27 x 30,5 
  • Capacità: max 550g di farina per 900g di pane
  • Programmi: 12
  • Accessori in dotazione: Misurino, contenitore graduato, estrattore del gancio per impastare.


SUGGERIMENTI


Consiglio vivamente di non seguire le ricette che trovate nel libretto di istruzioni perché sono proprio fatte male se non addirittura sbagliate. Cercate in rete e nei forum se avete dei dubbi. 

Nel libretto è spiegato come fare le marmellate di frutta. Niente da ridire, se non per il fatto che, invece dello zucchero, questi tedeschi parlano di una certa gelatina di zucchero. Fate conto che ci sia scritto semplicemente zucchero e non sbaglierete.


Per ragioni di copyright non posso pubblicare il libretto originale con le ricette della Severin, ma posso dirvi che sul sito ufficiale della Severin 3990 trovate sia manuale d'istruzioni che scheda tecnica completa. 


Mi auguro che questa breve recensione possa avervi dato delle informazioni utili. Se avete bisogno di chiarimenti mi potete contattare via email, facebook o twitter. I rispettivi collegamenti si trovano nella barra del menù, subito sotto il titolo del blog.
Un saluto e buon pane!

10 commenti :

  1. Ciao,

    sfrutto questo spazio per complimentarmi per il tuo sito di ricette molto ben fatto. Ti ho vista tramite il sito di giorgiotave e volevo complimetarmi qui.

    Complimenti e continua cosi!.... molto brava!.

    RispondiElimina
  2. Ciao e grazie per i complimenti che mi fai. Per me è un grande onore riceverli! Continuerò a impegnarmi e a migliorarmi per rendere questo blog il più utile possibile. Grazie ancora e un saluto sincero!

    RispondiElimina
  3. Ciao Nutella, complimenti!!! Appena saremo nuovamente in periodo natalizio ci proverò di sicuro. L'anno scorso ho cominciato a fare il panettone, ma nel forno, c'è anche il post sul blog con tutta la preparazione. E' stato un bel lavoro mane è valsa la pena. Per l'impasto ho usato la planetaria, altra ottima aiutante in cucina, soprattutto per fare i dolci! Che dire, la macchina del pane promette tanto, è eclettica e consuma pochissimo... credo che passerò moltissimo tempo a sperimentare cose nuove! grazie ancora x il tuo commento e... buona nutella! :P

    RispondiElimina
  4. Silvia il tuo blog è fantastico! È subito entrato nella cartella dei preferiti! Io ho una clatronic, i programmi sono in tedesco e la traduzione delle istruzioni e miserella ma fortunatamente ho trovato il tuo blog.
    La mia mdp ha un programma per i dolci con lievito chimico ma non l'ho mai sperimentato. Comme mai tu per i dolci con la mdp procedi “manualmente" e non usi il programma specifico.
    Grazie mille
    daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, sei troppo gentile, grazie! Sai, non ho mai utilizzato il programma dolci perché nella mia Severin, quello per Torte con lievito chimico prevede una lievitazione in tre fasi per un totale di un'ora abbondante, che francamente, mi sembra inutile. tutto il programma dura 2 ore e 50 min. A me pare eccesivo, poi magari mi sbaglio. Ho pensato quindi di seguire un processo più simile a quello che si segue nelle torte lavorate a mano e cotte in forno. Impasto per il tempo necessario utilizzando il programma "solo impasto", e poi passo direttamente al programma cottura. Onestamente mi viene voglia di provare questi programmi tedeschi (anche la Severin è germanica come la clatronic). Se il clima si fa più mite, presto mi rimetto all'opera.
      Fammi sapere se fai qualche esperimento utilizzando questi programmi preimpostati. Ancora grazie per aver messo il mio blogghino tra i tuoi preferiti. Mi sento molto molto onorata.
      Buona giornata e a presto!
      Silvia

      Elimina
  5. ciao silvia, mi chiamo Francesca, ho appena ordinato la mia macchina del pane severin esono contenta della tua descrizione, solo che il mio modello ha una capacità maggiore, speriamo bene, comunque proverò direttamente le tue ricette invece che quelle del libretto, complimenti per il tuo blog. baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, benvenuta nel mio blog e nel mondo delle macchine del pane. Ti ringrazio per i complimenti! Spero davvero che le mie ricette ti siano d'aiuto. Vedrai che una volta imparate le basi, ti verrà voglia di sperimentare e inventarne di tue. Comunque fammi sapere, anche se hai dubbi e domande. Sono qui. A presto e buon pane!

      Elimina
  6. Ciao, volevo dirti che il fatto che non abbia luci (led) non è un vantaggio dal punto di vista energetico poiché un singolo led ha un consumo pressoché nullo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, hai ragione! Con la nuova tecnologia a Led si risparmia parecchia energia.

      Elimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!