11 giugno 2013

YOGURT ALLA FRUTTA FATTO IN CASA

come fare lo yogurt alla frutta
Lo yogurt fatto in casa, con o senza frutta, è davvero eccezionale, facile da preparare e ottimo anche per chi segue una dieta dimagrante. Dopo aver scritto la guida per preparare lo yogurt, seguito da una guida alla risoluzione dei problemi con suggerimenti aggiuntivi su usi e conservazione dello yogurt, avevo creduto che l'argomento potesse dirsi concluso. In seguito però alle tante domande ricevute sul come riuscire ad ottenere un buono yogurt alla frutta, ho pensato potesse risultare utile un terzo articolo interamente dedicato a questo argomento. Per l'occasione ho scelto di usare la fragola, ma voi potrete utilizzare la frutta che più vi piace.

Una premessa: Quello che vi illustro ora è il mio metodo personale, che io considero il migliore per quanto riguarda la mia esperienza e i miei gusti. In passato ho avuto modo di provare diversi metodi, a cominciare da quello che troviamo scritto sul libretto della nostra yogurtiera e che tutti noi, novelli "yogurtai", prima o poi proviamo: Tagliare la frutta a tocchetti, unirla cruda al latte e ai fermenti (o allo starter), e via in yogurtiera per il tempo necessario. Il risultato era sempre uno yogurt insipido e soprattutto, troppo liquido.

Ecco allora che ho deciso di fare a modo mio, e questo che vi mostro adesso, è il sistema che da tanto tempo utilizzo, e che mi consente di ottenere uno yogurt cremoso, con la frutta saporita e perfettamente amalgamata: Proprio come negli yogurt alla frutta che si trovano in commercio, ma con tutti i vantaggi delle cose fatte in casa.


PROCEDIMENTO 


1.  Lavo la frutta, la taglio a cubetti abbastanza piccoli e la metto in un tegamino insieme a un po' di zucchero grezzo di canna, ma va bene anche quello comune. Le dosi dello zucchero sono indicative, potete calcolare 1 cucchiaino a testa, di più o di meno, o  addirittura eliminarlo.
2.  Metto il tegamino sul fuoco a fiamma media e inizio subito a mescolare con un cucchiaio di legno, onde evitare che la frutta all'inizio si possa attaccare. Nel giro di un minuto vedrete che inizierà ad ammorbidirsi, diventando lucida e rilasciando i suoi succhi.
3.  Dopo cinque minuti, spengo il fuoco e lascio raffreddare la frutta. Se vi piace più morbida, potete cuocerla per altri 5 minuti. Quando la frutta è a temperatura ambiente, la aggiungo allo yogurt, lasciando eventualmente un po' di succo da parte per la guarnizione finale. Rimetto in frigo e aspetto che lo yogurt sia ben freddo prima di gustarmelo così, con tanta bella frutta morbida e dal gusto vero, senza aromi artificiali, né coloranti o conservanti.

yogurt con la yogurtiera e frutta

Lo yogurt che vedete in foto è appena stato amalgamato con la fragola caramellata e appare ancora molto bianco. Se aspettate qualche ora e lo lasciate riposare in frigo, vedrete che prenderà un colore molto più rosato, e un gusto di fragola decisamente più intenso e piacevole.
Lo sciroppo possiamo conservarlo in frigo e aggiungerlo al momento di servire, oppure amalgamarlo direttamente con la frutta.


A PROPOSITO DEL TIPO DI FRUTTA

Come dicevo all'inizio, qualsiasi tipo di frutta può essere impiegato per arricchire il nostro yogurt naturale. Devo pero precisare che alcuni frutti si prestano meglio di altri, e anche solo ad intuito si può capire perché il limone, l'arancia e gli agrumi in generale, siano leggermente meno adatti. Essendo frutti poco consistenti e quasi completamente acquosi, tendono a diluire troppo lo yogurt. Si potrebbero comunque utilizzare, oltre che nel modo già visto, preparando una spremuta e addensandola sul fuoco con lo zucchero. In questo modo lo yogurt risulterà un po' meno allungato.
Ottimi invece tutti i frutti rossi,  pesche, prugne sode, uva, mele, albicocche, ananas, banana, e comunque tutta la frutta un po' consistente.



CONCLUSIONI E CONSIGLI VARI

Come vedete il procedimento è davvero semplice, si tratta di caramellare la frutta al fuoco e unirla allo yogurt già pronto, per poi gustarcelo nei momenti di pausa e relax, o anche come sostituto al pasto (come facciamo spesso noi donne fissate con la linea). 

Siccome per fare lo yogurt utilizzo una yogurtiera da battaglia con i 7 vasetti di vetro, per praticità, svuoto lo yogurt che voglio aromatizzare (in genere ne lascio un po' al naturale perché mi piace moltissimo) dentro una ciotola, aggiungo la frutta caramellata, e rimetto negli stessi vasetti il mio yogurt, ora impreziosito di frutta. Quello che non riesce ad entrare nei vasetti lo metto in ciotole in vetro con il tappo ermetico, perfette per il frigorifero. 

Si può anche frullare una parte o tutta la frutta e farla a purea. Spesso ai bambini non piace sentire i pezzi nello yogurt e a volte neppure agli adulti. 

Per chi ama il dolce ma non vuole mettere zucchero, si può aggiungere qualche goccia di dolcificante ipocalorico senza aspartame

ricetta yogurt fatto in casa

Questo che vi ho descritto oggi è il metodo che utilizzo e che prediligo per aromatizzare lo yogurt bianco. Se vi piace, se non vi piace, o se avete altre idee e consigli, non esitate a scrivermi.
Come sempre un saluto e grazie per l'attenzione.

14 commenti :

  1. Un consiglio che seguirò molto volentieri visto che ho provato solo il metodo descritto nel libretto della yogurtiera. Con un goccio di sciroppo d'agave dev'essere golosissimo
    grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sì, quello mi sa che lo abbiamo provato tutti, e non è proprio il massimo come sistema. :)
      Fammi sapere come esce con l'agave, grazie!!!

      Elimina
  2. grazie per questo bel post!! mi cimenterò anche perchè sembra semplicissimo :)

    RispondiElimina
  3. mmmm....quest'ultima foto è un capolavoro !
    io sono ormai al mio quarto litro di yogurt e lo trovo così incredibilmente buono che ho scoperto il piacere di mangiarlo bianco, cosa che prima non facevo mai...però quel rosso è irresistibile !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, con la macchina fotografica non sono molto brava, sto imparando e mi piace anche molto. La foto è stata resa ancora più rosata dai miei ritocchini, ma il rosso c'è, soprattutto dentro. Poi, come dicevo nell'articolo, se lo tieni in frigo qualche ora, la fragola si lega ancora di più allo yogurt, e vedrai che bel colore! Spero lo proverai e vorrai darmi il tuo prezioso giudizio. A presto e grazie per la visita!

      Elimina
  4. avete qualche consiglio per i fermenti da utilizzare?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fermenti buoni per lo yogurt sono Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus termophilus.
      Puoi usare come starter uno yogurt naturale che abbia questi due tipi di fermento oppure comprarli in farmacia e aggiungerli al latte seguendo le indicazioni riportate sulla confezione. Saluti!

      Elimina
  5. Ciao Silvia,
    una domanda. Mia figlia di 6 anni è golosa di yogurt Muller mix alla fragola, volevo però proporle quello fatto in casa con la yogurtiera, viste che ne ho 2. Per non preparare tutti giorni la frutta calamellata posso surgelarla?
    Saluti
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, mi sembra un'idea veramente ottima. Credo che la sfrutterò anch'io. Grazie!!! Un bacione e buoni yogurt, anche alla tua bimba, sono certa che presto dimenticherà il muller e diventerà golosissima dello yogurt fatto in casa della sua mamma. :D Salutii

      Elimina
  6. Ciao,
    grazie per gli ottimi consigli! Quanto tempo si può conservare la tua preparazione di frutta caramellate in frigo, se non la si vuole congelare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un suggerimento, anzi due! Se ti piacciono sapori "esotici", prova ad aggiungere semplicemente della cannella in polvere oppure dello zenzero (anche entrambi); di zenzero puoi grattarne di fresco, ne esiste anche in tubetti o confettura. Gianni

      Elimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!