13 giugno 2013

PEPERONCINI VERDI IN PADELLA

Questa è una ricetta per cucinare i peperoncini verdi in modo gustoso ma con pochissimi grassi. Si preparano utilizzando una buona padella antiaderente e poco olio extravergine. La cottura a fiamma vivace, arrostisce i peperoncini rendendoli gustosi quasi quanto quelli cotti al barbecue. 
Il sughetto di pomodoro invece, li rende così teneri e cremosi che si squagliano in bocca. Un piatto che consiglio caldamente, ottimo da gustare  appena fatto o a temperatura ambiente, e magari con una bella fetta di pane casereccio, per la classica scarpetta finale che qui ci sta benissimo. 


INGREDIENTI

(dosi per 3 persone abbondanti)

- 1 kg di peperoncini verdi
- 1 spicchietto d'aglio
- olio extravergine d'oliva
- sale q.b.
- 400 g di pomodori pelati

PROCEDIMENTO

  • Laviamo i peperoncini, lasciamoli asciugare dentro uno scolapasta (1) e tagliamo via il picciolo.
  • In una padella grande, scaldiamo un filo d'olio, aggiungiamo i peperoncini e lasciamoli arrostire a fiamma medio-alta (2), saltandoli o girandoli ogni tanto, per 10 - 15 minuti e usando un paraschizzi. Devono diventare lucidi e un po' abbrustoliti. Se non dovessero starvi tutti in padella, cuoceteli in due tempi, sono molto voluminosi anche se poi cuocendo si restringono parecchio. 
  • Una volta pronti, trasferiamo i peperoncini dentro un piatto e rimettiamo la padella sul fuoco con un altro filo d'olio. Aggiungiamo l'aglio tagliato finissimo, o se preferiamo non mangiarlo, mettiamolo in camicia (con la buccia), dopo averlo schiacciato sul tagliere usando la lama piatta di un coltello.
  • Appena l'aglio comincia a soffriggere, aggiungiamo i pomodori pelati tagliati grossolanamente (3), regoliamo di sale, e cuociamo per una decina di minuti a fiamma bassa.
  • Quando il sugo si sarà un po' ristretto, uniamo i peperoncini, mescoliamo bene (4) e cuociamo ancora per una decina di minuti. Il sughetto si restringerà ulteriormente e i sapori si fonderanno per un risultato davvero gustoso.


Questa ricetta è giunta in famiglia grazie alle memorie culinarie di mio padre, il quale ci tiene a farvi sapere, che fin da piccolo, usava chiamare questi peperoncini verdi: "Triglie d'orto". (Se avete letto la ricetta dei fagiolini al pomodoro, il fatto di ribattezzare i prodotti dell'orto con nomi di alimenti decisamente diversi,  non vi stupirà più di tanto. A dire il vero, questi peperoncini verdi dolci, da fare fritti o arrostiti, sono meglio conosciuti a livello nazionale come: "I friggitelli". 

A presto e un saluto, da tutti noi della cucina green.


Nessun commento :

Posta un commento

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!