22 novembre 2015

QUATTRO CONSIGLI PER DIMAGRIRE

come-dimagrire-velocemente
Come dimagrire in modo semplice e senza troppi sacrifici? Oggi vi racconto quattro piccoli trucchi tutti personalmente testati. Non trattandosi di una dieta vera e propria non posso dirvi quanto perderete, ma applicando questi consigli i risultati arriveranno velocemente già dai primi giorni. 
Non c’è niente di nuovo, nessuna scoperta miracolosa, nessun prodotto dimagrante fantascientifico. Molto sta nella nostra capacità di compiere delle scelte ragionate, così come nella nostra forza di volontà. Salvo casi patologici, il più delle volte per dimagrire basta correggere le abitudini sbagliate: mangiare cibi semplici, escludere i dolci industriali, bibite zuccherate, fare un po' di moto e non ossessionarsi troppo. 


4 consigli per dimagrire


1. Camminate

Il primo consiglio è di tipo fisico, anche perché ormai lo sanno tutti, il dimagrimento sano necessita sempre di un po' di movimento. Non vogliamo essere magri e flaccidi, quindi...
Camminate almeno 30 minuti tutti i giorni. 
Questo non vuol dire che potete camminare quindici minuti fino alla fermata dell’autobus, riposarvi e poi riprendere quando scendete. Dovete ritagliarvi trenta minuti per fare la vostra camminata a passo medio (non meno di 4 Km/h). In questo modo brucerete i grassi e darete una svegliata al vostro metabolismo.


2. Acqua e limone

Al mattino, appena svegli dobbiamo abbandonare il caffè (è dura lo so) per iniziare un nuovo rituale:
mezzo limone, spremuto in poca acqua tiepida
E' fondamentale attendiamo mezzora prima di consumare qualsiasi altro cibo, bevande incluse. Questo trucco non solo brucia i grassi ma ottiene l’effetto di una vera e propria doccia interna. Ci pulisce le tubature rendendoci più efficienti. Il paragone idraulico rende bene l’idea. Per approfondire potete leggere l'articolo sui benefici del limone al mattino.


3. Posticipate

Il consiglio numero tre è molto intrigante: Avete voglia di un dolce, eh bè, come vi capisco. Ora poi che iniziano le giornate fredde, una bella brioche con la crema, una tazza di cioccolata e panna, a breve il panettone, insomma a noi umani piacciono i dolci. E più ci pensiamo più ne abbiamo voglia. Come fare quindi a togliere questo desiderio della testa, soprattutto quando siamo stressati, stanchi, e il dolce diventa un modo facile per staccare?(a proposito di staccare, questo trucco vale anche per la sigaretta).
Posticipare di 30 minuti il momento del peccato
Il bisogno di dolce, come quello di fumare, non è un bisogno reale, come può essere invece la necessità di bere acqua. Allora il trucco è quello di rimandarlo di mezz'ora. Si ma, dopo mezz'ora quindi mangerò il dolce? Forse, dipende da quanto siamo risoluti nel nostro obiettivo di dimagrire. La maggior parte delle volte, anche se non si ha una volontà di ferro, durante questi trenta minuti di attesa la vostra positiva volontà avrà la meglio. Dopo trenta minuti direte a voi stessi: Ma sì, a sto punto posso anche evitare di mangiare quella schifezza che avevo in mente, se sono riuscito ad aspettare trenta minuti posso farlo ancora. Provate per credere!


4. Sgarrate

Ed ecco a voi l’ultimo consiglio, il più piacevole di tutti: Un giorno per sgarrare. Che cosa??? Sì, avete letto bene, il giorno dell’abbuffata, ovvero... 
Un giorno alla settimana in cui mangiare tutto ma proprio tutto quello che ci va
Capisco che possa sembrare un controsenso, ma credetemi non è così. Giocando con il nostro metabolismo (giocare per modo di dire), un picco in su di calorie è il modo migliore per dare uno scossone al nostro sistema metabolico, normalmente  impigrito da giorni di dieta. Inoltre un giorno di concessioni dopo sei giorni di regime controllato, vi darà felicità e vi ricompenserà di tutte le rinunce fatte. Ogni volta che dovete resistere a una tentazione, pensate a quel settimo giorno che presto arriverà. Il solo pensiero vi stimolerà a continuare e a non sgarrare.
Potrà però capitarvi una cosa curiosa, la psicologia umana è molto complessa. Se avete mangiato bene per sei giorni di seguito è possibile che arrivati al giorno senza limitazioni vi venga da pensare che forse potete rinunciarvi e andare avanti, come se questo giorno di pausa potesse in qualche modo rovinare il lavoro già fatto. Certo, è una cosa positiva e dimostra il vostro autocontrollo. Ma è un pensiero sbagliato che alla lunga ci penalizza. Il nostro corpo e la nostra mente, qualsiasi cosa si stia facendo, hanno sempre bisogno di un momento per interrompere la routine. 
"La routine porta alla noia, 
la noia dritto al peccato". 

Con questa personalissima citazione sulla routine chiudo ringraziandovi per l'attenzione, con la speranza di avervi saputo offrite spunti interessanti e soprattutto utili. 
Alla prossima e buona dieta! 

1 commento :

  1. Mangiare di tutto in modo moderato sicuramente non ci saranno dei problemi con la linea, bere tanta acqua anche con del limone come dici tu, tanta verdura e frutta e la dove si può anche camminate non guastano. Buona serata !

    RispondiElimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!