13 maggio 2012

RICETTA KEY LIME PIE

Questa è la ricetta originale della famosa Key Lime Pie - la torta delle isole keys della Florida, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo.
E' un dolce squisito, ricorda un cheesecake ma molto più goloso, per via del latte condensato che rende la crema dolcissima e finemente pastosa.

Di ricette in giro se ne trovano tante, più o meno simili. Ho voluto seguire quella originale con latte condensato, senza troppi fronzoli e senza rivisitazioni estrose.
Prima di darvi la ricetta, vorrei spendere due parole sui biscotti utilizzati per fare la base della torta. In america si adoperano i Graham Crackers, biscottoni a forma di cracker che nulla hanno a che vedere con i nostri crackers.


NOTE SUGLI INGREDIENTI

La parola Graham sta per integrale, e i Graham Crackers sono biscotti molto semplici fatti con burro, miele, zucchero grezzo, farina 00 e integrale.
Io ho utilizzato i Digestive originali, ma vanno benissimo i biscotti rotondi nel tubo tipo gran cereale, anche quelli scopiazzati che vendono al discount.
In teoria si possono anche fare in casa se vi va. Qui c'è un'ottima ricetta in lingua inglese per i Graham Crackers, pare sia di Martha Stewart. Se avete problemi nella traduzione, scrivetemi pure.
Di certo, la prossima volta, opterò per quelli del mio discount che nulla hanno da invidiare ai blasonati Digestive inglesi, cari tra l'altro, e molto.

Aggiungo una cosa anche sul latte condensato: è dolce, molto dolce, perciò, sappiate che il risultato sarà una torta parecchio zuccherina, sebbene il succo di lime tenda a confondere il palato. Con la scorza di lime grattugiata, comunque, dovrebbe risultare più gradevole. Se vi state chiedendo come mai si utilizzi il latte condensato, la ragione è storica e risale al 1800: Nelle Keys Islands della Florida, non si allevavano vacche da latte, per mancanza di pascoli adeguati. Di conseguenza, si poteva consumare solo latte importato, latte che, per ragioni logistiche, non poteva essere fresco.


INGREDIENTI

- Biscotti Digestive: 300 g
- Latte condensato: 350 g
- tuorli d'uovo: 3
- burro: 50 g
- lime: 3 + 1 per decorare
- panna montata per guarnire a piacere


PROCEDIMENTO
  • Per prima cosa tritiamo i biscotti. Non fate come me, non tritateli a mano, se potete, usate un robot da cucina o rischiate che vengano troppo grossolani, e poi, non si compattino bene nella tortiera.
  • Una volta ridotti i biscotti in briciole finissime, aggiungiamo il burro liquefatto freddo e amalgamiamolo col cucchiaio.
  • Prendiamo la nostra tortiera, meglio se una di quelle usa e getta in alluminio, perché la torta verrà poi tagliata direttamente lì dentro. Io avevo solo una tortiera antiaderente e ho dovuto fare molta attenzione a non rovinarne la superficie quando ho diviso la torta in fette.
  • Creiamo il fondo di biscotti aiutandoci con il cucchiaio, e facendo un bordo rialzato tutt'intorno. Aiutiamoci con i polpastrelli, o con il dorso di un cucchiaio, spingendo i biscotti verso l'esterno.

PER LA CREMA
  • Spremiamo tre dei quattro lime. Nella ricetta originale bisognerebbe utilizzare anche la scorza verde grattugiata di 2 lime, da aggiungere poi alle uova. Io non l'ho fatto perché i miei lime non erano biologici e non mi sono fidata.
  • Sbattiamo dunque i tre tuorli con una frusta a mano, aggiungendo metà del succo di lime e la scorza. 
  • Quando le uova saranno gonfie e spumose, aggiungiamo il latte condensato, piano piano, non tutto insieme, e infine il restante succo di lime. 

COTTURA E DECORAZIONE
  • Versiamo la crema nello stampo biscottato e inforniamo a 170 gradi per 15 minuti.
  • Una volta sfornata la torta, aspettiamo che ritorni a temperatura ambiente, quindi copriamola con un piatto o della carta d'alluminio, e poniamola in frigo a riposare. L'ideale sarebbe lasciarla in frigo per un giorno intero.
  • Vi posso garantire che, il giorno dopo, il sapore è perfetto, ma servitela bella fredda, mi raccomando.
  • Prima di degustarla, ho tagliato un lime a rondelle e ogni rondella l'ho divisa in due parti. Ho sezionato la torta in otto fette; su ogni fetta ho messo un ciuffo di panna e una fettina di lime come in foto, poi al centro ho fatto un ultimo ciuffo di panna. Ovviamente, decoratela come piace a voi, di modi ce ne sono a bizzeffe, ed internet ci darà una mano a trovare ispirazione.


Tutte le foto della prepaeazione le trovate nel mio album fotografico su Flickr.
Notate che, in alcuni punti, la superficie della crema è rovinata. Purtroppo, prima di riporla in frigo, ho fatto l'errore di cercare di coprirla con la pellicola trasparente. Non avendola tesa bene, questa si è attaccata alla crema e, nel momento di toglierla, mi ha portato via un velo superficiale lasciando quel brutto effetto che vedete. Vi consiglio quindi di fare molta più attenzione di me, che la pellicola o l'alluminio non entrino in contatto con la torta. Un piatto capovolto è la soluzione più semplice.
Un saluto dalla Cucina Green e alla prossima ricetta.

1 commento :

  1. I have been surfing on-line greater than three hours nowadays, yet I by no means discovered any interesting article
    like yours. It is beautiful value enough for me. Personally, if all web owners and bloggers made excellent content
    as you probably did, the web will probably be
    much more helpful than ever before.

    Also visit my blog: self improvement ()

    RispondiElimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!