15 maggio 2012

Gelato al melone fatto in casa

Che buono il melone, e com'è dissetante d'estate quando c'è la calura. Se poi lo mangiamo in versione gelato, l'effetto rinfrescante è superlativo.
Vediamo come si può preparare questo gelato con la nostra gelatiera, senza aggiungere troppi zuccheri, in modo da avere un risultato ottimo e anche leggero. 
Certo, dire leggero non sarebbe corretto perché c'è panna e zucchero, e qualcuno potrebbe obiettare che il melone non è il frutto più digeribile al mondo sebbene 100 g di questo dolcissimo frutto apportino solamente 30 calorie. In fondo è quasi tutta acqua.
Mettiamola così, se mangiamo il gelato al melone come dessert, al posto di una torta o di un tiramisù, allora possiamo definirlo un dolce leggero. Tutto in fondo è relativo, l'importante è sapersi controllare senza privarsi di qualche piccolo piacere.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
  •  Melone maturo - 350 g
  •  Panna fresca - 200 g
  •  Zucchero - 70 g
  •  Rum - due cucchiai da minestra (facoltativo)

PROCEDIMENTO
Prendiamo il melone, puliamolo e tagliamolo a quadrotti. Mettiamolo nel frullatore insieme al rum e riduciamo a purea.
Preleviamo un paio di cucchiai di purea e mettiamoli in un tegamino. Aggiungiamo lo zucchero. Facciamo sciogliere a fuoco basso mischiando ogni tanto per evitare che si possa attaccare sul fondo. Quando vediamo che lo zucchero è ben sciolto, spegnamo il fuoco e versiamo il composto caldo  nella restante purea di melone.
Diamo una bella mescolata e riponiamo in frigo per una mezz'ora.

In un altro contenitore, versiamo la panna fredda di frigo e la montiamo con le fruste elettriche.
Uniamo delicatamente la panna montata alla purea di melone tolta dal frigo. Servendoci di un cucchiaio,   incorporiamo bene la panna con movimenti dall'alto verso il basso per non sgonfiarla.

A questo punto mettiamo il composto nella gelatiera e facciamo andare per quaranta minuti circa.
Il gelato è pronto quando la macchina comincia a sforzare. Ve ne accorgerete dal rumore, una specie di  cigolio non molto piacevole. Se invece non sentite alcun rumore, passata la mezz'ora, potete mettere in pausa l'apparecchio e fare la prova del cuoco, ovvero, cucchiaino alla mano e assaggio. Se è pronto, spegnete l'apparecchio e trasferite il gelato in una vaschetta precedentemente raffreddata in freezer.

Dopo aver riempito la vaschetta, con il cucchiaio date una bella mescolata energica per amalgamare il tutto, chiudete e riponete in freezer per un'ulteriore mezz'ora, il tempo necessario perché il gelato si compatti meglio.

Il rum negli ingredienti non è una scelta di gusto ma un trucco per far si che il gelato non cristallizzi una volta nel freezer. Con questo accorgimento infatti, lo potrete conservare anche qualche giorno senza che diventi un blocco di granito.


Buon gelato al melone, fresco e dissetante. A me questo gusto fa davvero impazzire, sarà perché il melone è anche il mio frutto preferito.

Se vi piacciono i gelati cremosi alla frutta vi invito a visitare la pagina delle ricette che trovate proprio sotto il titolo del blog. Troverete tanti gusti tra cui il mio preferito, il gelato allo yogurt naturale e purea di pesche, e l'ultimo arrivato, il gelato cremoso alla banana.

1 commento :

  1. Ho seguito alla lettera la vostra ricetta. Buono il gelato ma la panna non si e amalgamata con il melone ma si e presentata in piccoli grumi bianchi tipo burro. Chissà.????

    RispondiElimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!