15 maggio 2012

GELATO ALLO YOGURT FATTO IN CASA

Ciao a tutti e ben ritrovati in questa seconda puntata dedicata al gelato preparato con la gelatiera.

Dopo il gelato alla stracciatella cremoso e sempre molto apprezzato, non poteva mancare questa versione golosa e rinfrescante, fatta proprio con il mio yogurt, quello che da anni preparo in casa con l'ausilio della mia yogurtiera.


Se già lo yogurt era squisito così al naturale, il gelato lo è forse ancora di più, soprattutto in questi primi giorni di caldo. E per l'estate vi consiglio di provare anche questo gelato cremoso alla fragola.


INGREDIENTI

  • Yogurt intero: 300 g 
  • Zucchero: 100 g
  • Panna fresca: 200 g 


PROCEDIMENTO

  • Mettiamo una vaschetta adatta a contenere il nostro gelato, nel freezer a raffreddare.
  • Versiamo lo zucchero in una ciotola con metà della panna liquida e passiamo al microonde per circa un minuto, in modo che lo zucchero si sciolga meglio.
  • In alternativa, possiamo eseguire questa operazione sul fuoco, servendoci di un pentolino ed una frusta.
  • Una volta sciolto lo zucchero, aggiungiamo la panna e lo yogurt freddi di frigo.
  • Rendiamo spumoso e gonfio il composto utilizzando una semplice frusta a mano oppure con uno sbattitore elettrico.
  • Una volta che tutti gli ingredienti si saranno ben amalgamati, versiamo nella gelatiera e diamo il via.
  • Dopo quaranta minuti, mettiamo in pausa e controlliamo la consistenza del nostro gelato. Se è pronto, trasferiamolo nella vaschetta precedentemente refrigerata, rimettiamo in freezer nello scomparto meno freddo, e serviamolo dopo un'oretta.


Se decidiamo di consumarlo il giorno dopo, o comunque dopo più di un'ora, consideriamo il tempo che ci vorrà per farlo ammorbidire. Un piccolo trucco è quello di metterlo nel microonde, posizione scongelamento per una decina di secondi, ed eventualmente, ripetere per ulteriori dieci, fino alla consistenza desiderata.

Ci sarebbero molte varianti da fare con questa base allo yogurt: per esempio, si potrebbe aggiungere della marmellata e rendere il gelato ancora più goloso.

Se utilizzate panna già zuccherata, quella uht da montare per intenderci, ricordatevi di dimezzare le dosi di zucchero.

Questo gelato è davvero ottimo. E che soddisfazione poter dire di aver usato lo stesso yogurt fatto da noi!


5 commenti :

  1. ma la panna non va montata vero?

    RispondiElimina
  2. Ciao. Intanto grazie per il tuo commento. La panna.. diciamo che un po' si gonfia lavorandola a mano o con le fruste elettriche insieme allo yogurt. Ho provato anche a montarla a parte e ad incorporarla poi al resto degli ingredienti ma ho notato che il risultato finale non cambia, quindi, per comodità lavoro tutto insieme con le fruste.

    RispondiElimina
  3. ciao Silvia, tu che gelatiera usi? Io sarei indirizzato verso una di quelle economiche che si trovano su amazon, le quali più o meno si aggirano tutte intorno ai 50 eur.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cesare, io utilizzo Il Gelataio Simac che non è tra le gelatiere più economiche in quanto dotata si sistema auto-refrigerante. Diciamo che se opti per un modello simile il risultato è migliore con una consistenza cremosa e ben mantecata. Però non ho mai adoperato un modello base, mi pare si debbano mettere nel freezer, Ti consiglio di leggere le varie recensioni sia su amazon che su ciao. Faccio anch'io così e devo dire che i consigli almeno su Amazon sono veritieri. Fammi sapere cosa acquisti e se hai domande per il gelato chiedi pure. Ciaoo a presto!!!

      Elimina
  4. Alla fine l'ho presa!!! Pessimo inizio con il gelato al cocco, poi mi sono ripreso con quello allo yogurt. Ma c'è un modo per evitare di usare tutta questa panna? Io mi sono comprato la farina di carruba, ma non so quali dosi usare.

    RispondiElimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!