30 giugno 2012

IL PANE RUOTA DEI NATIVI AMERICANI


Oggi vi propongo una ricetta molto speciale.  Arriva da un luogo lontano, lontano nel tempo e nello spazio.
Si tratta di un pane che veniva preparato dalle tribù native delle grandi praterie del Nord America, chiamato il "Pane ruota" per la sua particolare forma. Forma sacra il cerchio, simbolo di cose potenti, come il sole, la luna, la terra e il suo moto, il ciclo della vita e delle stagioni.

Il pane ruota non è il pane così come lo intendiamo noi ma è molto interessante e semplice da fare.
 Prepararlo è stato per me un segno di rispetto verso questo popolo immenso. 

Pilamaya ye 
(Grazie in lingua Lakota)

INGREDIENTI
  • 3 tazze di farina comune tipo 00
  • 2 cucchiaini di baking powder (vedi sotto)
  • ¼ cucchiaino di sale 
  • ½ tazza di latte in polvere disidratato
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 tazza di acqua
  • 1 cucchiaio da minestra di grasso da cucina (olio, margarina, burro o strutto).

Baking powder: si tratta del lievito chimico inglese di sapore neutro, utilizzato sia nelle preparazioni dolci che salate. Altri non è che una mistura di Cremor Tartaro e bicarbonato di sodio.
Se non lo trovate in commercio potete preparare la Baking powder unendo un cucchiaino di Cremor e un cucchiaino di Bicarbonato.
Mi raccomando NON UTILIZZATE SOLO IL BICARBONATO, non perché il pane non lieviti ma perché il gusto finale sarà fortemente pizzicoso e fastidioso in bocca. Ovviamente io l'ho fatto altrimenti come potrei saperlo? :))

Il latte in polvere: Immaginando che la maggioranza degli italiani non lo tiene in dispensa ho trovato una semplice soluzione per sostituirlo: Al posto della tazza di acqua ho utilizzato una tazza di latte parzialmente scremato. Va bene anche quello intero ovviamente.

PREPARAZIONE
1. In una ciotola capiente versiamo la farina, la polvere lievitante, il sale, il latte in polvere e lo zucchero.

2. Aggiungiamo una tazza di acqua tiepida ( o la tazza di latte se non abbiamo messo quello in polvere) e amalgamiamo il tutto con un mestolo di legno fino a formare un impasto dalla consistenza appiccicosa.


3. Ribaltiamo l'impasto sulla spianatoia ben infarinata e lavoriamolo velocemente con le mani per circa un minuto fino a dargli una forma a palla. Non preoccupatevi se vi sembra troppo molliccio e ancora umido, è giusto che sia così.


4. Riscaldiamo sul fuoco una padella del diametro di 25 - 30 cm, e ungiamola con il cucchiaio di grasso prescelto. Nel mio caso ho utilizzato olio d'oliva extravergine.

5. Quando l'olio è bollente, adagiamo il nostro panetto morbido nel centro della padella e schiacciamolo utilizzando le dita o i palmi infarinati oppure spargiamoci sopra un velo di farina e poi schiacciamo.
Non utilizzate attrezzi come mestoli o spatole perché restano appiccicati e lo stesso con le dita  se non le infarinate bene.  Alla fine dovrete ottenere una specie di frittata come in foto, alta poco più di due centimetri.


6. Cuociamo 8 - 10 minuti per ogni lato. Se il pane diventa troppo scuro abbassiamo la fiamma. Io ho cotto cinque minuti a fiamma vivace e ancora un paio di minuti al minimo, su entrambi i lati.

7. Una volta rimosso dalla padella possiamo dividere il pane ruota in otto fette e servirlo tiepido, meglio se accompagnato con degli affettati o del formaggio morbido come la crescenza.

Il Pane Ruota ha un sapore speciale, forse non piacerà a tutti, ma vale la pena provarlo, anche solo per conoscenza. E' come mangiare un pezzo di storia, una storia molto triste a pensarci bene... ma lasciamo da parte le questioni morali, anche se mi è difficile farlo, e gustiamoci il nostro pane ruota.

Un ultimo piccolo suggerimento: Se non siete sicuri che possa piacervi, dimezzate le dosi come ho fatto io. 
E mi raccomando, fatemi sapere se lo provate. :)
A presto e buon fine settimana.
Silvia



Informazioni nutrizionali per fetta:
Calorie: 204
Grassi: 2 g
Proteine: 6 g
Carboidrati: 39 g
Sodio: 198 mg
Colesterolo: 1 mg
Fibra alimentare totale: 1 g

Considerazioni aggiuntive:

Nel rispetto del principio di veridicità delle informazioni che si danno sul web, come mi ha fatto giustamente notare una lettrice ben informata, i nativi non conoscevano il frumento prima dell'avvento dei coloni. 
Questa ricetta dunque, deve essere fatta risalire a un periodo non anteriore all'ottocento. Ad ogni modo alcune tribù del nord america erano solite preparare dei pani simili utilizzando farine di mais, un cereale locale che poi è arrivato fino alle nostre tavole.

Riguardo al latte in polvere, i nativi non facevano uso di questo alimento poiché non allevavano animali produttori. La ricetta originaria prevedeva l'uso di certe radici essiccate e tritate che oggi giorno non sono reperibili e pertanto c'è stato questo riadattamento.

Qui trovate il file pdf con una serie di ricette dei nativi americani. Il pane ruota è a pagina 14.


"Volevo vedere la frontiera... prima che scompaia."
(J.J. Dumbar, dal film Balla coi lupi)


4 commenti :

  1. Dev'essere molto buono! complimenti per il blog, simpatico e piacevolmente interessante. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Katya e benvenuta nel mio spazietto virtuale.
      E' un onore ricevere il tuo positivo commento. Mi sprona a fare meglio.

      Buona giornata e buona poesia :)

      Elimina
  2. Wow deve essere particolare, ricetta davvero interessante, ciao cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao vicky, grazie, ricambio i saluti!

      Elimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!