27 settembre 2012

PUDDING AUTUNNALE AI FRUTTI DI BOSCO


Oggi si vola in Gran Bretagna a sperimentare una ricetta dolce di pudding molto golosa ma anche leggera e fresca. Per realizzarla bastano un po' di frutta, zucchero e fette di pancarrè. 

Benvenuti a voi e benvenuto autunno, stagione mia prediletta. 
Provando in questi giorni - complice la pioggia e l'umidità - una sorta di nostalgia verso certe atmosfere tipicamente britanniche che alcune esperienze passate hanno inciso nelle mie memorie in maniera forte e indelebile, oggi ho deciso di fare una cosa diversa dal solito:
Cercare una ricetta British di stagione - seasonal recipe - e tradurla fedelmente, aggiungendo poi qualche considerazione personale.
Per l'occasione autunnale ho trovato un pudding freddo ai frutti di bosco, semplice, gustoso e dai bellissimi colori, chiamato per l'appunto: Pudding autunnale. Qui trovate la ricetta originale in lingua inglese.

Prima di passare ai fornelli, proviamo a calarci nella nebbia e nei colori morbidi e quasi antichi dell'isola britannica con queste bellissime parole  del grande Keats, che così incominciava la sua poesia, dedicata proprio alla stagione dei caldi colori.

Stagione delle nebbie e della molle fecondità,
stretta amica del cuore del maturante sole;
che con lui cospiri per caricare e benedire
di frutti le viti che intorno alle grondaie corrono;


(John Keats, Ode all' Autunno)


Ingredienti x 6 persone
  • 700 g di frutti di bosco assortiti tra mirtilli, more, lamponi, fragole, ribes nero e ribes rosso.
  • 250 g di lamponi extra per la salsa.
  • 350 g di zucchero di canna o normale.
  • 30 g di burro sciolto per ungere lo stampo.
  • 14 o 16 fette di pan carré bianco (farina 0 o 00).
  • 300 ml di panna montata per servire (facoltativo).

PROCEDIMENTO
  1. Laviamo bene la frutta maneggiandola con cura per non rompere quella più delicata e teniamola separata per tipo.
  2. In una casseruola media, mettiamo lo zucchero e 500 ml di acqua. Poniamo sul fuoco a fiamma media e portiamo lentamente a bollore. Abbassiamo quindi la fiamma al minimo.
  3. Prendiamo la frutta divisa per tipo e immergiamola nello sciroppo di zucchero per 20 secondi, nel seguente ordine: More, fragole, ribes nero, mirtilli, lamponi, ribes rosso.  Togliamo via via la frutta con una schiumarola o un mestolo forato e mettiamola tutta in un'unica ciotola.
  4. Rimuoviamo la casseruola dal fuoco, esattamente 20 secondi dopo aver aggiunto l'ultimo tipo di frutta.
  5. Copriamo la pentola con la pellicola trasparente da cucina, e mettiamola da parte, in modo che il ribes si raffreddi lentamente insieme allo sciroppo.
  6. Nel frattempo, prendiamo i 250 g di lamponi per la salsa e frulliamoli bene riducendoli in purea.
  7. Una volta che lo sciroppo con il ribes si è raffreddato, scoliamo la frutta attraverso un colino. Raccogliamo lo sciroppo in una ciotola e mettiamo il ribes insieme a tutta l'altra frutta caramellata.
  8. Aggiungiamo un terzo dello sciroppo alla purea di lamponi e mescoliamo bene.
  9. Imburriamo leggermente uno stampo da pudding da 900 ml con il burro sciolto.
  10. Con un coltello rimuoviamo la crosta alle fette di pancarré. 
  11. Da una fetta ricaviamo un disco di 8 cm. Deve ricoprire il fondo dello stampo. Dalle altre fette ricaviamo delle strisce di 3 cm di larghezza.
  12. Prendiamo la forma di pane rotonda e immergiamola nello sciroppo di lamponi. Posizioniamola quindi sul fondo dello stampo da pudding. Una alla volta immergiamo leggermente le strisce di pane e disponiamole lungo le pareti dello stampo, sovrapponendole di poco le une alle altre. Alla fine tutto lo stampo deve risultare ben foderato dal pancarré e devono rimanerci da parte ancora delle strisce che useremo per ricoprire lo stampo.
  13. Versiamo ora nel centro dello stampo tutta la frutta caramellata e versiamoci sopra un po' dello sciroppo di lamponi avanzato.
  14. Prendiamo le strisce rimaste o, se non ci erano avanzate, facciamone delle altre. Immergiamole nello sciroppo rimasto e disponiamole sopra la frutta in modo da chiudere bene lo stampo a mo di coperchio. 
  15. Copriamo il pudding con la pellicola trasparente e mettiamo un piatto che vada esattamente a collocarsi dentro lo stampo, e sopra il piatto mettiamo un peso, una grossa pera per esempio,  che premendo verso il basso, favorirà la compressione del pudding.
  16. Mettiamo in frigo a rassodare per 6 - 12 ore prima di servire, accompagnato con qualche ciuffo di panna montata o della crema alla vaniglia. A voi la scelta.

CONSIDERAZIONI SULLA FRUTTA:
Come avrete potuto notare, in questa ricetta si usano praticamente tutti i tipi di frutti di bosco, e divisi per di più: piuttosto dispendioso e laborioso. Se decidete di provare comunque questa ricetta e volete usare i frutti di bosco surgelati, consiglio di provare in questo modo per rendere il tutto molto più easy e veloce.

1) Mettere la frutta a scongelare in uno scolapasta sopra una ciotola in modo da non perdere l'acqua mista ai succhi che inevitabilmente vi colerà.
2) Preparare lo sciroppo come dice la ricetta al punto 2 con alcune piccole modifiche: oltre all'acqua aggiungiamo anche il succo che è colato dai frutti mentre scongelavano. Poi, invece di immergere nello sciroppo la frutta divisa per tipo, metterne poca alla volta, sempre per 20 secondi come spiegato al punto 3.
3) Lasciamo per ultimo, nello sciroppo caldo a macerare, una porzione di frutta, non necessariamente i ribes rossi visto che i nostri frutti sono tutti mischiati.
4) Se non vogliamo fare la purea di lamponi possiamo utilizzare anche qui il misto di frutti surgelati, ovviamente scongelati e asciugati. A mio parere, fatto in questo modo, il nostro pudding verrà benissimo lo stesso, forse solo un po' meno vario nei sapori.
E adesso non ci resta che provare e lasciare i commenti a testimonianza della nostra impresa.
Posterò anche la mia, ovviamente!

Nessun commento :

Posta un commento

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!