07 ottobre 2012

LE POLPETTE DI CARNE LEGGERE SENZA LE UOVA

Queste polpette di carne morbide e leggere non solo non hanno le uova, ma neppure tanta carne. Il segreto della loro leggerezza e morbidezza?
Patate e yogurt naturale.       
       
Le patate a purea rendono la polpetta quasi cremosa senza coprire il gusto della carne. Lo yogurt invece funziona da legante sostituendo così l'uovo. Ideale per chi è intollerante a questo alimento.

La ricetta delle polpettine con la patata me l'ha insegnata mia madre. Ancora una volta è lei la mia maestra. Ogni casa ha le sue ricette personali, come è giusto che sia. Nella mia per esempio, dove non si consuma molta carne e neppure prodotti troppo elaborati, c'è da sempre la tendenza a riadattare ricette classiche dandovi un tocco di leggerezza.
Da quando poi ho il vizio di prepararmi lo yogurt in casa con la yogurtiera, ho iniziato a metterlo un po' ovunque con risultati davvero sorprendenti.

Le polpette di oggi ne sono la dimostrazione. Sono anche veloci da preparare, soprattutto se vi portate avanti preparando la purea di patate in anticipo. Potete farla anche con molte prima e poi coprirla con pellicola trasparente e tenerla a temperatura ambiente.

Per la carne, basta un po' di manzo tritato. Se invece volete un gusto più deciso, prendete una trita mista di bovino e suino.
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
  • 500 g di carne trita
  • 2 patate medie
  • mezzo vasetto di yogurt naturale intero
  • parmigiano
  • prezzemolo
  • sale pepe e noce moscata
  • pane grattugiato
  • olio per friggere

PROCEDIMENTO

1) Lessiamo le patate intere con la buccia nella pentola a pressione. Ci vorranno quindici minuti.
Se invece utilizziamo una normale pentola, facciamole a cubetti in modo da ridurre i tempi di cottura. Riduciamole in purea e lasciamo raffreddare.

2) In una ciotola lavoriamo la carne trita con una forchetta aggiungendo il parmigiano grattugiato, il prezzemolo tritato, sale, pepe, noce moscata a piacere, e per ultime le patate schiacciate e lo yogurt naturale.

3) Lavoriamo bene per amalgamare tutti gli ingredienti poi con le mani formiamo tante palline grosse come una palle da golf, appiattendole appena appena e passiamole nel pan grattato.


4) Scaldiamo un dito abbondante di olio in una padella, poi adagiamoci le nostre polpette e cuociamo per una ventina di minuti facendole dorare  bene da ambo i lati.


Per un tocco ulteriore di leggerezza, prima di servirle potete adagiarle su carta da cucina per togliere un po' di olio in eccesso. Ad ogni modo vedrete che fatte in questa maniera saranno già piuttosto asciutte.

Se poi dovessero avanzarvi, mettetele in un pentolino con il sugo, meglio se non è caldo ma tiepido o a temperatura ambiente. Tenetecele "in ammollo" una notte e il giorno dopo usatele per condire uno spaghettino. E poi c'è chi, non riuscendo a resistere alla tentazione, appena fatte, ne schiaccia un paio nella pasta al sugo trasformandole in ragù.
Buone polpette a tutti.

Nessun commento :

Posta un commento

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!