04 ottobre 2012

Il sogno di cambiare vita - una casa nel verde


Vivere green, in una casa in mezzo al bosco, circondata dagli alberi e dai mille colori della natura, rispettandone gli spazi, i ritmi, la biodiversità.
A qualcuno potrà sembrare l'ambientazione ideale per un film horror da quattro soldi.
Per me, questa visione agreste d'altri tempi, è un sogno ricorrente che mi porto dietro dall'infanzia.
E adesso che sono più grande e ancora sogno ad occhi aperti, mi ritrovo spesso a vagabondare su internet alla ricerca di foto suggestive di case in mezzo agli alberi, piccole abitazioni tranquille immerse nel verde e circondate da foglie di tanti colori, con camini fumanti, salottini raccolti e cucine rusticissime ma ben fornite.



Mentre scrivo il mio blog di cucina e altre cose, immagino come sarebbe pensare e lavorare al computer, davanti a una vetrata aperta sul bosco come quella dell'immagine qui accanto. Immagino di interrompere quello che sto facendo, alzarmi, buttare un ciocco nella stufa, mettere su un tea, tornare alla vetrata. Non sarebbe un cambio radicale di abitudini. Il silenzio, l'aria pulita, il lavoro manuale che si affianca a quello cerebrale dando vigore alla mente stessa, oltre che al fisico. Questo è il vero cambiamento. Soprattutto, il non sentire più lo sciame ininterrotto dei motorini, delle auto, dei camion.  Il livello di rumore urbano ormai è qualcosa a cui sembriamo assuefatti ma che ci logora giorno per giorno.

Torno all'immagine della casa nel bosco. Provo ad immedesimarmi facendo il vuoto intorno. Solo allora mi accorgo con stupore, che qualche antico ricordo di scene vissute e odori realmente percepiti, mi consente di provare un vero e proprio piacere psicologico.
I ricordi non sono solo strumenti di consolazione per gente anziana. Il ricordo siamo noi stessi. Amo il bosco, i suoi odori e i suoi colori. Amo camminare per sentieri e calpestare le foglie scricchiolanti. Amo raccogliere sassi dalle forme bizzarre, o bastoncini secchi per accendere il camino. Amo tutte queste cose  perché le ho già vissute e il mio cervello ne detiene il ricordo indelebile. Sono stati così piacevoli quei momenti trascorsi sotto gli alberi che anche quando non ne sono pienamente cosciente, io li bramo, ancora e sempre.
E quando invece sono cosciente, mi ritrovo a dire ad alta voce, o a scrivere proprio qui, adesso, che il mio sogno è proprio questo: Vivere in una piccola casetta nel bosco. In autunno poi, il desiderio e i ricordi si fanno ancora più intensi, infuocati, come i colori incredibili del  bosco della foto qui in basso.


Se anche voi condividete questo piccolo sogno bucolico, sono certa troverete piacere nel guardare le foto che ho selezionato di seguito,  per sognare a occhi aperti, e magari dopo, ricordare ed emozionarsi.
Ad occhi chiusi.
Nel bosco di conifere l'atrmosfera è quasi magica.
Quando il moderno si integra armoniosamente con l'ambiente circostante.
Anche la pietra ha il suo fascino... fuori e...
dentro.
Una casetta da restaurare e trasformare in un piccolo angolo di paradiso.
Il verde è il colore della felicità perché ci ricorda da dove veniamo.

Con quest'ultima suggestiva immagine di fuoco,
auguro a tutti voi un felice e indimenticabile autunno.

E se qualcuno è riuscito a coronare il sogno di una casetta nel bosco e vuole condividere con me e con altri lettori il percorso per riuscirci o qualche aneddoto, lo invito a farlo utilizzando il box dei commenti.

Silvia Green

12 commenti :

  1. Bellissime foto.... La natura uguale la vita!

    RispondiElimina
  2. Anche a me è sempre piaciuto vivere in mezzo alla natura...... bisognerebbe sapere con precisione quali sono le normative da rispettare e se è possibile cotruirla nel bosco..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, giusto, in fondo i boschi sono più belli se non vi è presenza umana, e comunque, se questa è il meno invasiva possibile. In fondo, mi accontenterei anche di vivere al margine di una radura, ma sempre con la visione degli alberi e del verde intorno.

      Elimina
    2. Lo trovo fantastico. dimenticarsi del frastuono delle città e vivere nella natura, conoscere gli alberi e rispettarli. dobbiamo e possiamo fare qualche passo indietro, tralasciando un po le tecnologie di tutti i giorni e vivere secondo natura

      Elimina
  3. Foto bellissime come lo scritto...non ho una casa come quelle e neanche il posto ma prima o poi riuscirò ad andare ad abitare in qualche posto così: una casetta, un bel orto, un bel cagnone dentro alla proprietà ,un camino all'aperto...per adesso sono sogni ma non si sa mai che si possano avverare. Ciao

    RispondiElimina
  4. Si ragazzi,io sono del vostro stesso parere,sarebbe veramente magnifico,anche io amo animali e natura,ho un bellissimo rottweiler di 40 e passa kg e ne sarebbe contento anche lui,ma di cosa vivreste?
    luce acqua e gas vanno pagate ugualmente,ameno che non abbiate un fiume che passa in fianco a casa e vi fate un mulino per la corrente,ma ci voglion cmq soldi per far tutto cio'
    poi per far spesa?bisogna fare quanti km ogni volta?
    bisogna pensare a molte cose....
    poi per carità se chi sogna questo ha un conto in banca con 8 zeri buon per lui,ma uno che non ha disp economiche non potrà mai avere una vita cosi..purtroppo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia idea era quella di vivere nel verde, offrendo ospitalità e continuando a scrivere il blog che in qualche modo riesce a darmi qualcosa, e poi scrivere anche dell'esperienza giorno per giorno, di come le cose vengono su....
      Comunque concordo con quello che dici riguardo tutte le difficoltà del caso. E per questo che si chiama sogno, e così continuerò a chiamarlo, il mio sogno:)
      Chi ha un conto in banca a 8 zeri non ha bisogno di sognare.. e difficilmente lo farebbe, per lo più un sogno così. Sei d'accordo?
      Avere un bel cagnone è un'altro sogno... ma aspetto di realizzare il primo.

      Grazie per la visita e in bocca al lupo per il tuo sogno.
      Silvia

      Elimina
  5. Stiamo cercando di vendere la nostra casa e nel frattempo abbiamo visto una splendida casa nel bosco. Siamo andati a visitarla un giorno d'inverno in cui aveva da poco iniziato a nevicare...e ce ne siamo innamorati. In fondo c'è solo un chilometro di strada sterrata da percorrere, nemmeno così fuori dal mondo, eppure quasi surreale. Non so se alla fine ci decideremo, quando hai un figlio piccolo ci sono altre considerazioni da fare...ma mi piacerebbe che nostro figlio potesse crescere in mezzo alla natura. ..e intanto anch'io sogno e nel dubbio, dovendo cambiare macchina, mio marito ha preso un fuoristrada!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie per aver condiviso con me la tua storia. Ti auguro di riuscire a coronare il sogno, e che quel fuoristrada possa presto portarvi sulla soglia della vostra casetta nel verde. Certo, con un bimbo le cose possono essere più complicate, in fondo è giusto che stia in un ambiente ricco di stimoli sociali e con altri bimbi... ci vorrebbe una via di mezzo, una seconda casa, se i soldi non fossero un ostacolo...
      Se dovessi farcela, mi piacerebbe festeggiare con te, ancora qui, nella cucina green, dove sei sempre la benvenuta. Spero succeda presto.
      Intanto bacioni e felice estate a te e alla tua famiglia.

      Elimina
  6. Ciao Silvia, ero su google a passare del tempo a cercare delle cose sui boschi,nature e cose varie, ed è apparso questo tuo articolo che ho riletto ben due volte in quanto è davvero straordinario, vivere in una casa in mezzo alla più completa natura.. che dire, un sogno, potrei fare un poema su quante cose avrei e vorrei scrivere, ma pensavo a qualcosa di meglio, anzichè scriverle qui, pensavo che, vista la nostra comune "passione" o comunque interesse verso questo "stile di vita", potremo parlarne via e mail o altro, anziche qui nei commenti, sperando di trovare una tua risposta, ti faccio i complimenti per questo articolo davvero interessante, spero che se vuoi mi lasci un e mail cosi da scambiarci qualche parola :) un saluto!

    RispondiElimina
  7. ciao, con coraggio si puo' fare, io l'o fatto

    RispondiElimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!