01 luglio 2014

SEMIFREDDO ALLE PESCHE FACILE E LEGGERO

Oggi prepariamo un semifreddo alle pesche, facile, veloce e anche bello da presentare. E' un dolce che non appesantisce, ma al contrario, regala freschezza e piacere al palato. La ricetta infatti prevede l'uso dello yogurt (io utilizzo il mio yogurt naturale fatto in casa) che va a sostituire parte della panna. Se volete provare anche la versione più ricca, sostituite lo yogurt, con una pari quantità di panna fresca o mascarpone per i più golosi.
L'unica parte impegnativa di questa semplice ricetta, sta nella preparazione dello sciroppo di zucchero, per il quale sarebbe meglio disporre di un termometro da cucina. In alternativa, trovate a fondo pagina un metodo per farlo anche senza. 


Semifreddo alle pesche nettarine

Ingredienti (per uno stampo da plumcake):

6 pesche nettarine mature ma sode 
125 g di yogurt intero
200 g di panna fresca 
1 cucchiaio di zucchero a velo

Per la meringa:
3 albumi 
100 g di zucchero di canna
40 ml di acqua
qualche goccia di succo di limone
un pizzico di sale

Preparazione
  • Iniziamo preparando la Meringa. Montiamo gli albumi con il succo di limone e il sale, utilizzando le fruste elettriche o meglio ancora la planetaria. Quando la consistenza è bella soda dedichiamoci alla preparazione dello sciroppo: Mettiamo acqua e zucchero di canna in un pentolino e portiamo a bollore mescolando di tanto in tanto. Continuiamo a mescolare finché non avremo raggiunto la temperatura di 121°C, quindi spegniamo, e versiamolo subito a filo sugli albumi, con le fruste o la planetaria in funzione. Continuiamo a montare per qualche minuto, finché il composto non si è raffreddato.
  • Sbucciamo e tagliamo a fettine due delle sei pesche. Se sono biologiche possiamo lasciare la buccia. Disponiamo metà delle fettine sul fondo dello stampo da plumcake, precedentemente foderato con pellicola alimentare, cercando di farle sovrapporre leggermente (vedi foto in alto). 
  • Sbucciamo e facciamo a cubetti le restanti nettarine e frulliamole insieme allo yogurt, fino ad ottenere una purea omogenea. Prendiamo un paio di cucchiai di meringa e aggiungiamoli al frullato di pesche. Amalgamiamo bene con una spatola mescolando dal basso verso l'alto. Quindi aggiungiamo tutta la meringa sempre con movimenti lenti e circolari, dal basso verso l'alto.
  • Montiamo la panna fresca (fredda di frigo) insieme allo zucchero a velo e aggiungiamola al composto di pesche, un cucchiaio alla volta e con movimenti lenti dal basso verso l'alto.
  • Versiamo metà della crema nello stampo, disponiamo sopra le fettine di pesca che avevamo messo da parte, e ricopriamo con la restante crema. Sigilliamo lo stampo con la pellicola trasparente e mettiamo in freezer a rassodare per almeno 4 ore.
  • Per servire, capovolgiamo il semifreddo di pesche su di un piatto da portata, tagliamolo a fette e attendiamo qualche minuto prima di gustarlo.


METODO PRATICO PER CHI NON HA IL TERMOMETRO

Appena lo sciroppo inizia a fare bolle più grandi (dopo alcuni minuti dall'inizio del bollore) se ne prende una punta di cucchiaino e lo si versa subito in un bicchiere d'acqua fredda. Se lavorando la goccia di sciroppo con le dita si forma una pallina gommosa ed elastica al tatto, allora lo sciroppo è pronto.

1 commento :

  1. Ma che meraviglia,.... molto invitante questo semifreddo !!! Claudia

    RispondiElimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!