17 novembre 2011

CIAMBELLONE MARMORIZZATO DELLA MIA MAMMA


Questo ciambellone marmorizzato con tanto bel cacao, non è solo buonissimo e allegro ma anche prezioso a livello affettivo.
La mia mamma infatti me lo prepara da quando ero piccola, e lo fa tuttora, ogni volta che glielo chiedo con quel tono implorante al quale non sa resistere. 
Sì, perché la torta marmorizzata, che sia col buco o senza, è la sua torta; io ci provo a copiarla ma inevitabilmente mi viene una cosa "de piombo". La sua invece è soffice al punto giusto e profumatissima. 

E' un po' pasticciona la mia mamma, infatti a volte cambia qualche quantitativo, o perché si dimentica o perché non ne ha abbastanza in casa. Allora fa un po' la furba e poi mi dice che voleva sperimentare! Ah, che pazienza! 
Quella che vedete nella foto è l'ultima fetta superstite di un ciambellone di quasi un chilo di morbidezza. 
Una curiosità: L'aggettivo 'marmorizzata' dovrebbe significare che la torta si presenta striata come il marmo. A giudicare da come esce alla mia mamma, sembra più una torta macchiata, anzi, pezzata come una mucca. 

INGREDIENTI
  • 400 g di farina 00 
  • 200 g di burro 
  • 200 g di zucchero 
  • 4 uova medie 
  • 1 pizzico di sale 
  • 1 bicchiere di latte 
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci 
  • cacao amaro in polvere 

PROCEDIMENTO
  1. Lavorate il burro con lo zucchero finché non diventa una pomata, o una crema se preferite! Potete usare un normale cucchiaio di legno.
  2. Incorporiamo le uova, uno alla volta, mezzo bicchiere di latte e il pizzico di sale. 
  3. Aggiungiamo la farina a pioggia e mescoliamo bene affinché non si formino grumi. 
  4. Ora possiamo incorporare il lievito, versandolo con un colino in modo uniforme sull'impasto e mescoliamo subito bene. 
  5. Travasate i 2/3 dell'impasto in uno stampo precedentemente imburrato e infarinato della forma che vi piace di più, in questo caso, a ciambella. 
  6. Al restante impasto aggiungerete il cacao in polvere e il mezzo bicchiere di latte che avevamo avanzato. 
  7. Versiamo il composto al cacao su quello bianco e poi, coi rebbi della forchetta, facciamo delle striature. Non state a diventare matti sul come fare. Tanto viene sempre bene, anche se ci passate dentro a caso, giusto per mescolare leggermente i due composti. 
  8. Passate la teglia in forno già caldo, per circa un ora a 170°. Se il vostro forno è ventilato ci vorrà un po' meno. Purtroppo l'unico modo per essere certi del tempo è fare delle prove, sperimentare appunto. Poi si impara a conoscere il proprio forno e si va più tranquilli. Nel mio ventilato, a 170°, ci metto circa 50 minuti. Controllate sempre con lo stuzzicadenti verso fine cottura. Se esce pulito, il ciambellone è bello che pronto. 
  9. Sfornate e capovolgete su un piatto. Dopo un po' togliete lo stampo e rigirate il ciambellone. 
Caldo non è molto buono. Ma vi dirò di più: se riuscite a farlo durare qualche giorno, scoprirete che tende, col tempo, a diventare sempre più buono!

Nessun commento :

Posta un commento

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!