11 ottobre 2012

RISOTTO CON LA VERZA FACILE E VELOCE


Il risotto con la verza che vi presento oggi non è un vero e proprio risotto perché il riso si fa bollire separatamente. Manca quindi la cremosità tipica della cottura lenta e mantecata di un risotto, ma posso assicurare che fatto nella maniera che adesso vi descriverò, è davvero delizioso. E poi è veloce da fare e anche molto leggero.
Ogni volta che me lo vedo nel piatto penso... ma che bel risottino. Ecco perché poi lo chiamo erroneamente, risotto. 

Siamo in autunno, la verza è di stagione, il freddo ci fa desiderare piatti caldi e corposi, magari senza dover passare troppo tempo davanti ai fornelli. Se poi la verza l'avete già preparata in precedenza, stufata in padella che si conserva bene anche qualche giorno, allora questo risotto diventa non veloce ma velocissimo.

INGREDIENTI 

(per 4 persone)
  • un cavolo verza
  • mezza cipolla
  • olio extra vergine d'oliva
  • un bicchiere di vino bianco
  • 4 cucchiai di parmigiano 
  • 320 g di riso per risotti
  • sale e pepe. 

PREPARAZIONE

  1. Lavate bene la verza e tagliatela a listarelle non troppo sottili.
  2. Scaldate l'olio in una padella antiaderente e fate un soffritto di cipolla. Quando la cipolla è dorata, buttate la verza, mescolate bene con un cucchiaio di legno o teflon, e coprite con il coperchio, lasciando un lato leggermente sollevato. Dopo una decina di minuti, date un'altra girata e aggiungete un mezzo bicchiere di vino regolando di sale e pepe. Lasciate evaporare il vino a fiamma alta, date una bella rimescolata e poi mettete il coperchio e lasciate cuocere fino a cottura, rigirando di tanto in tanto. 
  3. Lessate il riso al dente e scolatelo bene. Se pensate di usarlo subito, potete scolarlo e unirlo alla verza stufata, altrimenti, passatelo sotto il getto d'acqua fredda per evitare che perda di consistenza.
  4. Quando avremo riso e verza belli che pronti,  uniamoli nella padella e facciamoli andare a fuoco bello vivo così il riso si impregnerà bene del sapore intenso della verza. Non dimentichiamoci di regolare di sale, se avevamo passato il riso sotto l'acqua corrente. Per ultimo, aggiungiamo una generosa spolverata di parmigiano o grana, direttamente in padella in modo che il calore faccia fare una bella crema. E serviamo il nostro buonissimo risotto autunnale alla verza.

ALTRE IDEE


Ultimamente ho provato a fare anche il riso con il cavolo cappuccio. E' sempre gustoso ma molto più delicato. 
Se poi vi piace lo yogurt naturale, aggiungetene un paio di cucchiai stemperati precedentemente con un filo d'olio e un pizzico di sale. Il riso sarà ancora più cremoso e senza nessun retrogusto agro tipico dello yogurt.

Se volete sperimentare con altri cavoli, oltre al sopra citato cavolo cappuccio, vi consiglio di provare il cavolo romano o il buon cavolfiore, anche se, forse perché sono belli da cucinare a cimette un po' grosse, penso si prestino di più insieme alla pasta. Mi vengono in mente moltissimi piatti, come le penne rigate con il cavolfiore o il broccoletto, per non parlare delle orecchiette con le cime di rapa... Va bene, mi fermo qui.
Per ora! 
Alla prossima ricetta autunnale!
Silvia Green

1 commento :

  1. E' un piatto che non ho mai provato, ma ha l'aria deliziosa! :9
    Un bacio!
    S

    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina

A causa di un problema tecnico al momento non sono in grado di rispondere ai vostri commenti. Sto lavorando per risolvere questo imprevisto. Nel frattempo potete contattarmi attraverso l'indirizzo email che trovate nella barra rossa, in alto a destra, cliccando su contatti.
Grazie!